Save The Monkey

Nell’anno 2016 l’Associazione Culturale La Guarimba ha vinto il bando per gli Eventi Storicizzati della Regione Calabria. Un bando con tanti errori burocratici di cui siamo stati vittime per colpa della nostra volontà di partecipare. Lo stesso anno abbiamo vinto due bandi del Ministero dei Beni Culturali, un progetto del programma europeo MEDIA e il progetto TANDEM Ukraine. Alla Regione Calabria le nostre fatture pagate e documentate non bastavano per poter stanziare i 20.000 € che ci spettavano.

Bisognava allegare anche: fattura originale firmata, copia della fattura, lettera d’incarico per il servizio acquistato, contratto, quietanza della fattura, carta d’identità del titolare della azienda, copia del bonifico per la tracciabilità con il numero del progetto. Documentazione che per ogni singola fattura e quindi per ogni singola spesa abbiamo presentato. A parte l’enorme quantità di documentazione, c’è un problema alla base: tutto questo è stato richiesto ad Agosto, quando hanno pubblicato i risultati del bando (mese anche in cui si è tenuta l’edizione 2016 della Guarimba Film festival e quindi la macchina organizzativa ed enormi spese era già state affrontate) e il numero del progetto ci è stato assegnato verso novembre. Per le leggi spazio-temporali è impossibile pagare tutti i professionisti del festival inserendo il codice del progetto se lo stesso ci viene comunicato tre mesi dopo.

Purtroppo, e ripetiamo purtroppo, una delle nostre caratteristiche principali è che paghiamo sempre in tempo a tutti, evitiamo di fare debiti con le persone che ci danno fiducia e contribuiscono alla realizzazione del nostro evento. E così abbiamo fatto per l’edizione 2016. Tutti i professionisti sono stati pagati in tempi brevi e il contenuto artistico non è stato modificato in base alla burocrazia. Ma a quanto pare non funziona cosi. Essere onesti e rispettare il lavoro altrui, evitando di falsificare spese o posticipando fatture di mesi e mesi anche se l’evento è stato realizzato molto prima, alla burocrazia non piace. L’apparato burocratico regionale adesso ci penalizza per questo lasciandoci un buco di €20.000. Nel frattempo, gli altri quattro bandi non regionali che non ci hanno chiesto tutta questa mostruosa quantità di carte inutili, sono stati pagati permettendoci di andare avanti con i nostri progetti come quello di creare la prima videolibreria del cortometraggio nel sud d’Italia.

La Guarimba è un festival che dal 2013 porta il meglio del cinema corto mondiale in un paesino della Calabria, crea una comunità temporanea di registi, illustratori, volontari e professionisti vari da tutto il mondo. La nostra organizzazione è composta da ragazzi sotto i 35 anni ed io sono uno dei direttori artistici più giovani d’Italia. La mia squadra è composta dalla generazione più preparata della storia ma con meno opportunità. Il festival, inoltre, è sempre stato e sarà sempre, gratuito per il pubblico. Perché crediamo che la cultura debba essere accessibile a tutti. Ed è per questo che abbiamo iniziato a partecipare ai bandi, per poter mantenere questo principio senza rinunciare alla qualità. Io ho studiato all’estero e sono tornato in Calabria perché credo in questo progetto e nelle capacità che ha questa difficile regione. Ho investito tutti i miei risparmi nel mio sogno, ci ho lavorato e ci lavoro con amore e determinazione ed ho coinvolto le migliori professionalità che conosco del settore per dare al mio paese il meglio. Non ho mai usato le problematiche calabresi come un alibi per non far nulla ma tutto il contrario: ho sempre trovato forza negli svantaggi. Ho portato il nome della Calabria in tutto il mondo, riuscendo ad attirare turisti nel mio paese Amantea. Ho creato reti con altre realtà in Calabria che si sono evolute e hanno a sua volta creato cose positive. Ho appreso da mia nonna contadina una importante lezione: la terra va coltivata. Considero che interrompere questa esperienza per un errore della burocrazia, sarebbe andare contro tutto quello in cui che crediamo. La lotta attraverso la cultura è la nostra spada ed è per questo che La Guarimba anche quest’anno si rifarà con lo stesso spirito di aggregazione ma abbiamo bisogno di voi. Anche perché al momento di scrivere queste parole, abbiamo ricevuto più di 600 cortometraggi per partecipare al nostro piccolo festival.

La nostra situazione economica è grave ed è per questo che vi chiediamo aiuto. Con una piccola donazione potete mantenere in vita questa comunità che ha come obiettivo riportare il cinema alla gente e la gente al cinema. Se hai una attività e vuoi diventare sponsor, parla con il tuo commercialista perché facendo una donazione alla nostra associazione, puoi accedere a diverse agevolazioni e deduzioni fiscali.

Se sei un singolo che vuole dare una mano a queste scimmie, sii libero di donare quello che consideri.

Giulio Vita, direttore artistico de La Guarimba




Se non usi Paypal, puoi fare un bonifico a:

LA GUARIMBA INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
IBAN: IT 06 D 01030 80600 000003911003
SWIFT: PASCITM1CS1

Comments

comments